La famiglia Yonezawa, fondatrice anche di Akashi-Tai Sake, inizia a distillare Shochu nel 1917. Nel 2017 l'azienda si è profondamente rinnovata sostituendo il vecchio alambicco a colonna con un alambicco twin-pot prodotto dalla famosa Forsyth's in Scozia, storica azienda produttrice di alambicchi.

Il nome Kaikyo deriva dal famoso ponte Akashi-Kaikyo, il ponte sospeso più lungo del mondo, che collega la città di Kobe all'isola Awaji passando al di sopra dello stretto di Akashi.

Sebbene i single malt distillati dal nuovo alambicco non siano ancora pronti possiamo nel frattempo gustare la linea Hatokazi, dedicata all'antico faro del porto di Akashi che dal 1620 guida le navi.

La distilleria inoltre ha di recente messo in produzione una linea di Gin che saranno presto disponibili in Italia.