La Cachaça è un'eccezionale distillato di canna da zucchero Brasiliano che purtroppo non ha goduto di una buona nomea negli anni.

La cattiva reputazione della Cachaça all'infuori del Brasile è dovuta al fatto che raramente i piccoli produttori si affacciavano al mercato dell'export,  costoso da sviluppare. Inoltre l'inusuale formato di vendita in Brasile (60cl e 67cl) non è permesso sia in Europa che negli Stati Uniti, il che significa che le aziende si sarebbero dovute attrezzare per imbottigliare bottiglie in 70cl per l'Europa e 75cl per gli Stati Uniti. Per questi motivi fino a pochi anni fa esclusivamente le Cachaça industriali, insipide e di bassa qualità venivano esportate. Fortunatamente negli ultimi anni un gruppo sempre più nutrito di lungimiranti produttori sta lavorando per far conoscere quest'eccezionale prodotto al resto del mondo.

ARTIGIANALE CONTRO INDUSTRIALE

Le Cachaça artigianali sono distillati ricchi di sapore, intensi e profumati. Distillate in alambicco pot still mentre le industriali usano alambicchi multicolonna.

La canna da zucchero utilizzata per le produzioni artigianali viene inoltre raccolta manualmente mentre la produzione industriale per facilitare la raccolta meccanizzata usa una tecnica chiamata pre-burning harvest che consiste nel dar fuoco alla piantagione per distruggere foglie e altre parti che complicherebbero la raccolta.

L'invecchiamento in botti di legni particolari, che conferisce complessità ed unicità alla Cachaça, è inoltre prerogativa delle produzioni artigianali.

AVUA CACHAÇA

Avua è una Cachaça artigianale prodotta dall'unica Master Distiller donna Brasiliana. La distilleria si trova a circa 4 ore di macchina da Rio de Janeiro.

La produzione è limitata ed oltre alla non invecchiata "Prata" è rinomata per l'utilizzo del legno di Amburana e del rarissimo Tapinhoã.

Eccellente nel Daiquiri, Avua va ben oltre la solita Caipiriña!