ApoJuice nasce da una sentita esigenza di creare qualcosa di alternativo ai soliti succhi a base di frutta che vengono solitamente usati nella creazione di drink.

Il mondo del bar e dei cocktail bar è in continua evoluzione e cosí anche le esigenze e le attenzioni dei clienti, che sempre piú sono attenti a cosa bevono ma soprattutto a quanto bevono. Ed è proprio qui che ApoJuice vuole inserirsi, cioè come valida alternativa di prodotto e di gusto, che possa unire la creazione di drink dai gusti nuovi e, perchè no, con un contenuto alcolico ridotto.

Inoltre, il mondo degli analcolici è quasi sempre stato relegato agli sciroppi e succhi a base di frutta per quanto riguarda la miscelazione. Quindi, l’ispirazione di creare una linea di estratti analcolici a base di erbe aromatiche, è nata anche grazie alla sentita necessità di proporre qualcosa di decisamente più interessante, artigianale e originale ai propri clienti.

IL PROCESSO PRODUTTIVO

ApoJuice si avvale di un processo produttivo che è teso alla valorizzazione aromatica e benefica delle erbe.Infatti tutte le fasi che compongono il processo produttivo possono essere considerate “a freddo”, dall’estrazione mediante ultrasuoni al processo di inattivazione batterica che avviene a circa 15°, consentendo una shelf-life del prodotto duratura e sicura.

PIANTE E RICETTE

Le erbe che compongono la linea ApoJuice sono state scelte e selezionate con la consulenza di una erborista esperta in modo da poter identificare le piante aromatiche più adatte al nostro processo produttivo.

La scelta degli aromi che compongono la linea ApoJuice è pensata per essere poliedrica nella creazione di drink sia alcolici - ottimi abbinamenti con le varie tipologie di vermouth, amari e spirits - che analcolici, trend quest’ultimo in sensibile in crescita. Una volta aperto conservare in frigo e consumare entro 15 giorni.